LASER CO2

Come agisce: Il Laser ad anidride carbonica utilizza un fascio di luce nel campo dell'infrarosso, che viene assorbito dall'acqua. Agisce sui tessuti, provocando l'evaporazione dell'acqua dalle cellule e la carbonizzazione delle stesse. Può essere utilizzato come il bisturi per il taglio o per asportare neoformazioni della cute. Il laser non provoca sanguinamento, poichè coagula i piccoli vasi arteriosi e venosi, durante gli interventi di dermatochirurgia. Non provoca danno termico, come l'elettrobisturi o la crioterapia. L'effetto estetico postintervento, a guarigione avvenuta, risulta essere di gran lunga migliore rispetto ad altre metodiche (Elettrobisturi, Crioterapia, Chirurgia Classica)

A chi è adatto: Tutte le persone che hanno neoformazioni cutanee possono sottoporsi al trattamento Laser CO2.
Prima dell'intervento verrà effettuata visita chirurgica per la corretta indicazione al trattamento Laser da eseguire e per l'acquisizione del Consenso Informato.

Modalità di esecuzione: il trattamento è preceduto da anestesia locale e necessita di una sola seduta. La durata varia dai 10 min. ai 30 min., a seconda della patologia da trattare. Se necessario si può eseguire esame istologico della lesione. Finito il trattamento si medica con crema apposite. Si prescrive, quindi, la terapia da seguire a casa.

Cosa fare a casa: Dopo il trattamento la pelle va protetta sempre con una crema adatta, che aiuta la cicatrizzazione e l'effetto estetico.
La cicatrizzazione avviene per seconda intenzione, nel caso di neoformazioni asportate senza apporre punti di sutura. La completa guarigione avverrà nell'arco di dieci / quindici giorni a seconda della grandezza della neoformazione asportata.

Laserchirurgia

Trattamenti eseguiti con tecnica Laser CO2:

  • Papillomi
  • Dermatofibromi
  • Nevi
  • Verruche
  • Discheratosi
  • Basaliomi
  • Epiteliomi
  • Angiomi
  • Condilomi
  • Unghia Incarnita
  • Cisti Tendine e Sinoiali
  • Cisti Sebacee
  • Lipomi
  • Xantelasmi
  • Cheloidi
  • Fimosi



Share by: